Diritto tributario nazionale

Corte di Cassazione: da rimborsare i costi della garanzia

Se il contribuente ha dovuto rilasciare una garanzia a favore dell’Amministrazione finanziaria, al fine di ottenere la sospensione della riscossione, i costi di tale garanzia devono essere rimborsati, ove sia definitivamente accertato che l’imposta non era dovuta. È questo l’importante principio affermato, in uno dei primi precedenti sul punto, dalla Corte di Cassazione (sentenza 17 febbraio 2021, n. 4113). Nel caso esaminato dai giudici di legittimità, la Società aveva sottoscritto una polizza fideiussoria per sospendere l’esecuzione degli avvisi di rettifica emessi dall’Agenzia delle dogane. Successivamente, tali atti erano stati definitivamente annullati dalla Commissione tributaria regionale della Lombardia per difetto di [...]

Di |30/06/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Dogane, Fisco e tributi|

Contraddittorio preventivo: nullo l’accertamento che ne viola il termine

Con la sentenza del 2 febbraio 2021, n. 2243, la Corte di Cassazione ha dichiarato illegittimo e, dunque, nullo l’atto impositivo emesso a seguito di un accesso dell’Amministrazione finanziaria, ove venga omesso il rispetto del termine dilatorio di sessanta giorni, necessari per l’integrazione del contraddittorio preventivo. Anche le sanzioni correlate a tale atto impositivo sono state annullate. Nel caso all’esame dei giudici di legittimità, l’avviso di accertamento era stato notificato successivamente ad un controllo effettuato dall’Agenzia delle entrate presso la sede dell’impresa. Da tale verifica era emersa una presunta carenza dei requisiti richiesti dalla normativa di settore per poter godere [...]

Di |20/02/2021|Categories: Diritto tributario nazionale|

Cassazione: i limiti della responsabilità penale per il made in Italy mendace

La Corte di Cassazione, con la sentenza 14 gennaio numero 1298, è intervenuta a delimitare i confini della responsabilità dell’operatore doganale nel caso di utilizzo indebito sui prodotti della marcatura “Made in Italy”. L’art. 4, comma 49, della L. 350 del 2003 punisce, ai sensi dell’art. 517 del codice penale (reclusione sino a due anni e multa sino a ventimila euro), chi commercializza prodotti recanti false o fallaci indicazioni di provenienza o di origine. Con la pronuncia in esame, la Suprema Corte ha precisato che, in materia di origine, il reato di cui all’art. 517 del codice penale è punito [...]

Di |31/01/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Dogane|

Cassazione: confermata l’Ici per i terminal portuali

Ponendo fine a una lunga querelle, la Corte di Cassazione ha stabilito che i terminal portuali sono tenuti a versare l’Ici (ora Imu) anche per le aree scoperte. Questo il principio di diritto espresso dalla Corte di Cassazione con la sentenza 15 dicembre 2020, numero 28563, che conclude una vicenda al  centro del dibattito dottrinale e giurisprudenziale da molti anni, in cui il Comune di Genova è stato assistito dal nostro Studio. Con la pronuncia in esame, i giudici di legittimità hanno chiarito che, in materia di Ici, l’imposta è dovuta anche per le zone c.d. “scoperte” che risultino indispensabili [...]

Di |31/01/2021|Categories: Diritto tributario nazionale|

Riorganizzazione aziendale: non c’è elusione in presenza di valide ragioni economiche

La Corte di Cassazione ha recentemente chiarito che una riorganizzazione societaria non configura elusione quando è sorretta da valide ragioni extrafiscali, che possono consistere anche in un miglioramento strutturale e funzionale dell’azienda (Cass., sez. V, 16 gennaio 2019, n. 868). Nel caso di specie, l’Amministrazione finanziaria ha contestato a una Società di aver posto in essere un’operazione aziendale di natura elusiva, ai sensi dell’art. 37-bis del d.p.r. n. 600 del 1973. Secondo l’Ufficio, si trattava di una Società florida e in grado di autofinanziarsi che aveva scelto di operare una riorganizzazione mediante un ingente prestito bancario, secondo lo schema del [...]

Di |30/01/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Fisco e tributi|

La Corte di Giustizia chiarisce quando il bagaglio personale sconta l’Iva

La destinazione estera dei beni trasportati in un bagaglio personale, anche nel caso in cui non siano espletate procedure doganali, esclude l’imponibilità Iva. Questo il principio enunciato dalla Corte di giustizia Ue il 17 dicembre 2020 nell’articolata sentenza Bakati Plus (C-656/19). Secondo i giudici europei, la non imponibilità Iva prevista per i beni trasportati al di fuori del territorio unionale da un privato (non stabilito nell’Unione europea) non è riconosciuta se egli trasporta tali beni con sé a fini commerciali, ossia per rivenderli extra Ue. Tuttavia, se le condizioni per fruire di tale esenzione non sono soddisfatte ma i beni [...]

Di |01/01/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Iva comunitaria e nazionale|

Royalties Cassazione

Non devono essere tassati con la fiscalità doganale i diritti di licenza, quando il titolare del marchio esercita soltanto un controllo di qualità sul prodotto: è quanto chiarito dalla Corte di Cassazione con le sentenze 5 giugno 2020, numeri 10686 e 10687. La questione, da tempo dibattuta nella giurisprudenza di merito, da un paio d’anni è approdata in Corte di Cassazione, dove si segnalano due orientamenti contrapposti sulla definizione del “controllo sul produttore”, da cui deriva la daziabilità delle royalties. Secondo un primo indirizzo interpretativo, si realizzerebbe il “controllo” anche nelle situazioni in cui il titolare del marchio detta regole [...]

Di |31/12/2020|Categories: Diritto tributario nazionale, Dogane|

La Cassazione annulla gli accertamenti nei confronti del Cad in procedura domiciliata

La Corte di Cassazione, smentendo una prassi adottata dall’Agenzia delle dogane per un decennio, ha stabilito che non vi è nessuna incompatibilità, da parte del Cad, tra la possibilità di effettuare lo sdoganamento in procedura domiciliata e l’istituto della rappresentanza diretta in dogana (Corte di Cassazione, sez. V, ordinanza 31 ottobre 2019, n. 28066). Poiché è illegittimo l’obbligo di imporre ai Cad di agire in rappresentanza indiretta, sono annullati gli atti di accertamento con cui l’Agenzia delle dogane contesta il pagamento dei dazi al Cad, in via solidale con l’importatore. La vicenda si inquadra nel contesto dell’art. 5 del previgente [...]

Di |31/12/2020|Categories: Diritto tributario nazionale, Dogane|

Cassazione: Stop alle sanzioni sui singoli contenuti nella bolletta doganale

In caso di una dichiarazione doganale che contenga merci diverse tra loro, la sanzione deve essere commisurata all’importo complessivo dei dazi non versati e non allo scostamento relativo ai singoli prodotti. Il principio da tempo atteso, espresso per la prima volta dalla Corte di Cassazione nella sentenza 12 novembre, numero 25509 ottenuta dal nostro Studio, è destinato ad avere larga applicazione e a determinare significative conseguenze sia sui numerosi processi in corso che sui futuri accertamenti doganali. Nel caso-pilota esaminato dalla Cassazione, a fronte di un errore accertato, da cui derivavano poche centinaia di euro di diritti da riscuotere, la [...]

Di |20/12/2020|Categories: Diritto tributario nazionale, Dogane|

Semaforo verde per la cessione di azioni appena rivalutate

La Suprema Corte apre la strada alla possibilità di procedere alla rivalutazione delle azioni di una società poco prima di cederle, consentendo al contribuente di versare l’imposta sostitutiva in luogo del pagamento delle più onerose imposte dovute in caso di semplice vendita del pacchetto azionario (Cass., sez. V, 6 novembre 2020, n. 24839). La sentenza indicata si inserisce nel solco dell’orientamento, ormai consolidato, secondo cui il divieto di comportamenti abusivi non è contestabile dall’Amministrazione finanziaria, ove le operazioni realizzate dal contribuente possano spiegarsi altrimenti che con la mera volontà di conseguire un risparmio di imposta. La giurisprudenza della Suprema Corte, [...]

Di |20/12/2020|Categories: Diritto tributario nazionale|
Torna in cima