Fisco e tributi

Agenzia delle entrate: agevolabile il rientro del dipendente dall’estero

Anche il semplice rientro in Italia del lavoratore dipendente dopo il periodo di distacco all’estero rientra nel campo di applicazione dell’agevolazione prevista dal “regime speciale per lavoratori impatriati”, di cui all’art. 16, d.lgs. 14 settembre  2015, n. 147, nel caso in cui il ritorno nel territorio nazionale comporti una sostanziale modifica del precedente incarico. A riconoscerlo è l’Agenzia delle entrate, nella risposta ad interpello 11 maggio 2022, n. 259/2022, con cui l’Amministrazione finanziaria ha ribadito la necessità che il giudizio circa la novità dell’impiego e del collegamento tra dipendente e Stato estero sia effettuato con un approccio sostanzialistico, non potendo [...]

Di |08/06/2022|Categories: Fisco e tributi|

Estesi i dazi antidumping sugli accessori per tubi di ferro e acciaio

I dazi antidumping sulle importazioni di accessori di tubi di ferro o acciaio di origine cinese interessano anche le importazioni da Taiwan, Indonesia, Sri Lanka e Filippine, indipendentemente dall’origine dichiarata in Dogana. Con il Regolamento UE 22 aprile 2022, n. 674, la Commissione europea ha modificato il Regolamento UE 24 gennaio 2022, n. 95, precisando che non può essere riconosciuta un’esenzione dai dazi antidumping per i fornitori taiwanesi. Le importazioni di tali prodotti (classificati alle voci doganali 7307 93 11 91, 7307 93 19 91, 7307 99 80 92) sono, pertanto, soggette all’applicazione di un dazio antidumping definitivo pari al [...]

Di |09/05/2022|Categories: Dogane, Fisco e tributi|

Stabiliti dazi antidumping definitivi sui fasteners in ferro o acciaio cinesi

 Il 18 febbraio 2022 è ufficialmente entrato in vigore il Regolamento di esecuzione (UE) 2022/191, tramite il quale la Commissione europea istituisce un dazio antidumping definitivo sulle importazioni di elementi di fissaggio in ferro o acciaio (c.d. fasteners) di origine cinese. Dopo aver constatato un considerevole calo dei profitti per le Società europee produttrici di viti, bulloni e altri elementi di fissaggio in ferro e acciaio e il contestuale raggiungimento del 15% della quota di mercato da parte delle imprese cinesi, la Commissione ha dichiarato l’esistenza del dumping, e del nesso di causalità tra le importazioni dalla Cina e il [...]

Di |24/02/2022|Categories: Dogane, Fisco e tributi|

Illegittimo l’accertamento se non sono decorsi sessanta giorni dal pvc

Il mancato rispetto dello Statuto dei diritti del contribuente e, in particolare, del diritto al contradditorio preventivo rispetto all’emissione dell’accertamento, comporta l’illegittimità di quest’ultimo. È questo l’importante principio affermato dalla Corte di Cassazione nell’ordinanza 2 febbraio 2021, numero 2243, con cui si torna a riaffermare la centralità del diritto al contraddittorio preaccertativo che, negli anni, è stato oggetto di numerosi interventi di segno contrario, da parte della giurisprudenza di legittimità e di merito. Le garanzie del contribuente nel corso del procedimento amministrativo di accertamento rappresentano altrettanti limiti per il Fisco, la cui violazione comporta l’illegittimità dell’atto conclusivo della procedura. La [...]

Di |31/12/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Fisco e tributi|

La nuova rilevanza dei reati doganali

I modelli organizzativi aziendali 231 devono aggiornarsi, prendendo in considerazione anche le condotte che possono comportare la sottrazione dei beni importati alla fiscalità doganale. È questo l’effetto del d.lgs. 75 del 2020 con cui, un anno fa, il Parlamento Italiano si è adeguato alla Direttiva europea “Pif” (n. 2017/1371/Ue) relativa alla lotta contro i reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione. Nello specifico, la Direttiva “Pif” ha interessato diversi aspetti della legislazione doganale. In primo luogo, infatti, la riforma interviene nel Testo unico delle leggi doganali (Tuld), reintroducendo alcuni reati che erano stati recentemente depenalizzati, come il delitto di contrabbando [...]

Di |31/12/2021|Categories: Dogane, Fisco e tributi|

Crediti R&S: prescrizione per l’accertamento

L’inesistenza del credito di imposta da ricerca e sviluppo deve essere accertata nel termine di prescrizione di otto anni, al contrario, nel caso in cui il credito sia esclusivamente non spettante, tale termine è dimezzato, non essendo in tal caso richiesta un’approfondita attività istruttoria Ad affermarlo è la Corte di Cassazione con la sentenza del 16 novembre 2021, n. 34445 con cui la Suprema Corte ribadisce il principio di diritto in base al quale il termine di decadenza ottennale è applicabile esclusivamente nel caso in cui siano concessi dei crediti da ricerca e sviluppo ritenuti inesistenti. Sotto tale profilo, la [...]

Di |30/12/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Fisco e tributi|

L’Accordo Brexit: azzeramento dei dazi e nuove regole di origine

Dal 1° gennaio 2021 è in vigore l’Accordo di libero scambio tra Unione europea e Regno Unito (Trade and Cooperation Agreement) che definisce il nuovo quadro internazionale post Brexit. L’intesa, ufficialmente conclusa il 30 dicembre 2020 e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre, è in attesa della ratifica da parte del Parlamento europeo. L’Accordo prevede il generale azzeramento dei dazi doganali e delle quote di importazione per i prodotti che hanno origine preferenziale dell’Unione europea o del Regno Unito (articoli 5, 6 e 10 dell’Accordo). Per godere di tale beneficio, tuttavia, è necessario che le merci reciprocamente esportate rispettino [...]

Di |30/12/2021|Categories: Dogane, Fisco e tributi|

Nuovi dazi antidumping sulle importazioni di elettrodi di grafite di origine cinese

A partire dallo scorso 16 ottobre 2021, le importazioni nell’Unione europea di elettrodi di grafite di origine cinese, utilizzati nella produzione di forni elettrici, (codici TARIC 8545110010, 8545110015, 8545909010 e 8545909015) sono soggette, in via generale, all’applicazione di un dazio antidumping del 66,5% (Regolamento della Commissione Ue n. 1812/2021). Com’è noto, il 17 febbraio 2021 la Commissione europea ha aperto un'inchiesta antidumping in relazione a determinati sistemi di elettrodi di grafite di origine cinese a seguito di una formale denuncia presentata da diversi produttori dell’Unione europea. Dopo le necessarie indagini, che hanno coinvolto anche diversi fornitori – esportatori cinesi, la [...]

Di |30/10/2021|Categories: Dogane, Fisco e tributi|

Redditi da lavoro dipendente e smart working da Covid 19

Il lavoro effettuato in smart working in Italia da soggetti residenti all’estero produce reddito da lavoro autonomo tassato ai sensi della normativa italiana. È questo il contenuto della risposta ad interpello dell’Agenzia delle entrate 27 settembre 2021, n. 626, con la quale è stata affermata la necessità di valutare l’effettiva località in cui il lavoro è stato effettuato, più che lo Stato di residenza formale o la nazionalità del datore di lavoro. Nello specifico, l’Amministrazione finanziaria risponde alla richiesta di un contribuente, residente in Lussemburgo, che nell’ultimo anno, a causa della crisi pandemica, ha esercitato la propria attività lavorativa in [...]

Di |30/09/2021|Categories: Fisco e tributi|

Tubi di acciaio indiani e dazi antidumping

La lavorazione a freddo è idonea a conferire l’origine indiana ai tubi senza saldatura di acciaio inossidabile. Questo il principio espresso dalla Corte Fiscale di Düsseldorf con una sentenza del 15 settembre 2021, intervenuta su uno dei sempre più frequenti casi di applicazione dei dazi antidumping su tubi di acciaio, che coinvolgono molte imprese europee. Nel caso esaminato dal giudice tedesco, ad avviso della Dogana, i prodotti importati non avrebbero avuto origine indiana, come risultava dai certificati di origine rilasciati dalla Camera di Commercio indiana, bensì cinese, con la conseguente applicazione del dazio antidumping. Secondo l’Amministrazione, dalle conclusioni del Report [...]

Di |30/09/2021|Categories: Dogane, Fisco e tributi|
Torna in cima