Sara Armella

Non imponibilità iva trasporti export

Restrizione della non imponibilità IVA prevista per i trasporti di beni in esportazione, in transito o in importazione. La circolare di Assonime n. 2 del 25 gennaio 2022 illustra il contenuto della novità introdotta dal decreto legge 146/2021 (convertito in legge 251/2021) e in vigore dal 1° gennaio 2022. La novità legislativa La circolare di Assonime n. 2 del 25 gennaio 2022 ha commentato l’art. 5 septies del decreto legge 146/2021 (convertito in legge 251/2022). La norma rappresenta una significativa novità per le imprese della logistica. A seguito di tale novella, i servizi di trasporto di beni in esportazione, in [...]

By |19/04/2022|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane|

Valore, origine e classificazione: nuovi controlli virtuali in dogana

Contrastare le frodi, rendere più efficace l’attività di accertamento doganale e favorire un’azione tempestiva per la repressione degli illeciti transazionali. Sono questi gli obiettivi della circolare 6 ottobre 2021, n. 282023/216, che invita le unità della Guardia di finanza a utilizzare sistemi di analisi digitale per individuare le violazioni in materia di valore, origine e classifica doganale.  L’obiettivo della circolare è rafforzare i presidi di vigilanza virtuale all’interno degli spazi doganali, mantenendo al tempo stesso l’equilibrio tra l’esigenza di tutela degli interessi finanziari dell’Unione Europea e la speditezza dei traffici commerciali. Nel corso del 2022 la Guardia di finanza focalizzerà, [...]

By |13/02/2022|Categories: Dogane|

Il commercio internazionale, tra accordi di libero scambio e semplificazioni

Sono 46 includendo il Regno Unito gli accordi di libero scambio conclusi dall’Unione europea, che permettono alle imprese dell’Unione di fruire di condizioni vantaggiose nelle operazioni verso 78 Paesi extra Ue La competitività sui mercati esteri può crescere grazie alla conoscenza degli accordi di libero scambio, in forza dei quali un prodotto italiano può giungere in Paesi terzi, quali Svizzera, Canada o Giappone, senza scontare dazi alla frontiera e con semplificazioni per gli standard tecnici e documentali. L’Unione europea ormai da alcuni anni ha avviato con decisione la strategia dei Free trade agreements (FTA), trattati commerciali internazionali, istitutivi di unioni [...]

By |31/12/2021|Categories: Dogane|

Illegittimo l’accertamento se non sono decorsi sessanta giorni dal pvc

Il mancato rispetto dello Statuto dei diritti del contribuente e, in particolare, del diritto al contradditorio preventivo rispetto all’emissione dell’accertamento, comporta l’illegittimità di quest’ultimo. È questo l’importante principio affermato dalla Corte di Cassazione nell’ordinanza 2 febbraio 2021, numero 2243, con cui si torna a riaffermare la centralità del diritto al contraddittorio preaccertativo che, negli anni, è stato oggetto di numerosi interventi di segno contrario, da parte della giurisprudenza di legittimità e di merito. Le garanzie del contribuente nel corso del procedimento amministrativo di accertamento rappresentano altrettanti limiti per il Fisco, la cui violazione comporta l’illegittimità dell’atto conclusivo della procedura. La [...]

By |31/12/2021|Categories: Diritto tributario nazionale, Fisco e tributi|

La nuova rilevanza dei reati doganali

I modelli organizzativi aziendali 231 devono aggiornarsi, prendendo in considerazione anche le condotte che possono comportare la sottrazione dei beni importati alla fiscalità doganale. È questo l’effetto del d.lgs. 75 del 2020 con cui, un anno fa, il Parlamento Italiano si è adeguato alla Direttiva europea “Pif” (n. 2017/1371/Ue) relativa alla lotta contro i reati che ledono gli interessi finanziari dell’Unione. Nello specifico, la Direttiva “Pif” ha interessato diversi aspetti della legislazione doganale. In primo luogo, infatti, la riforma interviene nel Testo unico delle leggi doganali (Tuld), reintroducendo alcuni reati che erano stati recentemente depenalizzati, come il delitto di contrabbando [...]

By |31/12/2021|Categories: Dogane, Fisco e tributi|

L’Accordo Brexit: azzeramento dei dazi e nuove regole di origine

Dal 1° gennaio 2021 è in vigore l’Accordo di libero scambio tra Unione europea e Regno Unito (Trade and Cooperation Agreement) che definisce il nuovo quadro internazionale post Brexit. L’intesa, ufficialmente conclusa il 30 dicembre 2020 e pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre, è in attesa della ratifica da parte del Parlamento europeo. L’Accordo prevede il generale azzeramento dei dazi doganali e delle quote di importazione per i prodotti che hanno origine preferenziale dell’Unione europea o del Regno Unito (articoli 5, 6 e 10 dell’Accordo). Per godere di tale beneficio, tuttavia, è necessario che le merci reciprocamente esportate rispettino [...]

By |30/12/2021|Categories: Dogane, Fisco e tributi|
Torna in cima