Diritto tributario internazionale

CGUE: proporzionate le sanzioni doganali al 50%

Le sanzioni doganali devono essere proporzionate all’importo dei dazi non versati e alla condotta dell’operatore. È il principio stabilito dalla Corte di Giustizia europea, con la sentenza 23 novembre 2023, C-653/22. Con tale pronuncia, la Corte ha precisato che una sanzione del 50% dei diritti contestati può essere ritenersi proporzionata, se all’interno dell’ordinamento nazionale di riferimento sono previste sanzioni che considerano il livello di diligenza dell’importatore. Nella vicenda esaminata dal giudice europeo, una società ungherese aveva acquistato biciclette e parti di biciclette da Taiwan, dichiarando l’origine taiwanese, sulla base dei certificati rilasciati dalla Camera di Commercio taiwanese. A seguito di [...]

Di |20/12/2023|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane, News|

Indagini OLAF: illegittimi gli accertamenti sui tubi thailandesi

Sono illegittimi gli accertamenti avviati dall'Agenzia delle dogane sull'origine doganale dei tubi importati dalla Thailandia. A stabilirlo è la Corte di Giustizia tributaria di primo grado di Venezia, con la sentenza 4 dicembre 2023, n. 530, la quale ha chiarito che, in presenza di validi certificati di origine, la Dogana non può rettificare l'origine dichiarata richiamandosi a un'indagine UE riferita a una pluralità di operatori e in cui siano assenti i riferimenti al caso specifico. Si tratta di un precedente importante, destinato a riflettersi sui frequenti casi di applicazione dei dazi antidumping sulle importazioni di tubi di acciaio, che hanno [...]

Di |20/12/2023|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane, News|

DOGANE: Nuove istruzioni operative CBAM

A partire dal 4 dicembre 2023, i dichiaranti CBAM possono effettuare la richiesta di autorizzazione per l’accesso al portale CBAM e iniziare a familiarizzare con tutte le funzionalità attivate al suo interno. L’Agenzia delle dogane, con l’avviso 30 novembre 2023, ha impartito rilevanti istruzioni operative per l’accesso al portale dedicato, invitando i soggetti interessati a prendere visione delle informazioni aggiornate e delle novità relative agli adempimenti dichiarativi. Nei settori soggetti al nuovo tributo doganale ambientale (cemento, acciaio, ferro, alluminio, idrogeno, energia elettrica e fertilizzanti), si registra un clima di apprensione in vista delle prime dichiarazioni CBAM. Le importazioni effettuate a [...]

Di |20/12/2023|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane, News|Tags: |

Decimo pacchetto Russia: le precisazioni dell’Agenzia delle dogane

Nuove deroghe e contingenti quantitativi: l’Agenzia delle Dogane, con un avviso pubblicato venerdì 3 marzo 2023, ha precisato le numerose novità e deroghe alle restrizioni introdotte dal Reg. UE 2023/427 (c.d. decimo pacchetto di sanzioni). Il nuovo Regolamento ha integrato i divieti di esportazione delle merci europee verso Russia e Bielorussia, in particolare quelli relativi ai prodotti suscettibili di utilizzo a fini sia civili che militari (c.d. beni appartenenti alle liste “dual use” e “quasi dual use”) nonché i beni utilizzati nel settore dell’energia e dei trasporti e quelli in grado di contribuire al rafforzamento della capacità industriale russa. Gli [...]

Di |15/03/2023|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane|

Royalties non daziabili se vi è solo un controllo di qualità

Il mero controllo sulla qualità dei prodotti non è determinante ai fini della daziabilità delle royalties. È questo il principio affermato dalla Corte di giustizia tributaria di primo grado di La Spezia, con la sentenza 16 settembre 2022, n. 277, affermando che i diritti di licenza non devono essere inclusi nel valore doganale se la licenziante esercita un controllo sul prodotto importato e non sul produttore. […]

Di |23/12/2022|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane|

Al via l’ottavo pacchetto di sanzioni UE: i nuovi divieti verso la Russia

Con il Regolamento UE 1904/2022 il Consiglio  UE ha istituito nuove rilevanti restrizioni, ampliando i divieti esistenti per numerosi prodotti in precedenza liberamente importabili ed esportabili. L’ottavo pacchetto prevede, inoltre, un prezzo concordato sul petrolio e l’estensione del divieto di triangolazioni complesse anche per i beni siderurgici russi. Il Regolamento UE 1904/2022, in vigore dal 7 ottobre 2022, ha disposto una generale modifica delle restrizioni precedentemente stabilite, sia con riferimento all’import che all’export verso la Russia. […]

Di |11/10/2022|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane|

Operazioni a catena: l’Iva è dovuta per i servizi di trasporto in “subappalto”

L’Iva è dovuta per i servizi di trasporto, effettuati nel corso di operazioni di esportazione, quando questi sono eseguiti nei confronti di un “subappaltatore” dell’effettivo esportatore. Ad affermarlo è l’Agenzia delle entrate, nel corso della recente risposta ad interpello del 26 luglio 2022, n. 392. Come noto, con il d.l. del 21 ottobre 2021, n. 146, il legislatore ha stabilito che l’Iva deve essere corrisposta per tutti i servizi di trasporto effettuati nell’ambito di operazioni di esportazione prevedendo, tuttavia, un’importante eccezione: quando questi servizi sono effettuati a favore di specifici soggetti indicati dalla legge, invero, l’Iva non è, invero, dovuta. [...]

Corte di Giustizia: esclusa la responsabilità solidale del rappresentante indiretto in relazione all’Iva

Il rappresentante indiretto in Dogana non può essere ritenuto responsabile in solido con l’importatore in relazione all’Iva. Ad affermarlo è la Corte di Giustizia con la sentenza 12 maggio 2022, C-714/20, la quale, confermando l’ormai consolidato orientamento della Corte di Cassazione, ha definitivamente chiarito che l’Iva all’importazione non è un tributo doganale. La vicenda trae origine da alcuni avvisi di accertamento con i quali l’Agenzia delle dogane aveva ritenuto solidalmente responsabili per l’Iva sia l’importatore che il rappresentante indiretto. Ad avviso dell’Ufficio, tale imposta rientrerebbe nella nozione di “obbligazione doganale”, giustificando l’applicazione di una responsabilità solidale dello spedizioniere doganale. Con [...]

Non imponibilità iva trasporti export

Restrizione della non imponibilità IVA prevista per i trasporti di beni in esportazione, in transito o in importazione. La circolare di Assonime n. 2 del 25 gennaio 2022 illustra il contenuto della novità introdotta dal decreto legge 146/2021 (convertito in legge 251/2021) e in vigore dal 1° gennaio 2022. La novità legislativa La circolare di Assonime n. 2 del 25 gennaio 2022 ha commentato l’art. 5 septies del decreto legge 146/2021 (convertito in legge 251/2022). La norma rappresenta una significativa novità per le imprese della logistica. A seguito di tale novella, i servizi di trasporto di beni in esportazione, in [...]

Di |19/04/2022|Categories: Diritto tributario internazionale, Dogane|

Esenzione accise e noleggio da diporto: la decisione della Corte di Giustizia

La normativa italiana in materia di accise non è compatibile con le direttive Ue in materia di tassazione dell’energia. È questo il principio affermato dalla Corte di Giustizia dell’Unione europea, che ha censurato l’automatica esenzione dalle accise sui carburanti per il noleggio di imbarcazioni da diporto (sentenza 16 settembre 2021, causa C-341/20). La pronuncia fa seguito a una procedura di infrazione mossa dalla Commissione europea nei confronti dello Stato Italiano, ritenuto inadempiente rispetto alla trasposizione della Direttiva accise (direttiva 2003/96/CE del 27 ottobre 2003). La disciplina unionale prevede, infatti, l’esenzione delle accise sui carburanti utilizzati per la navigazione a fini [...]

Di |30/09/2021|Categories: Accise, Diritto tributario internazionale|
Torna in cima